NINA MELAN

Nina vive e lavora a Palermo da circa un decennio.

É approdata sulla grande isola dopo un lungo vagabondare partito da Milano nel maggio del 1976. Un’infanzia fatta di avventure francesi, campane e brianzole, sempre infilata in qualche cespuglio o buca fra gli scogli, oppure distesa su tavoli e prati a inseguire con la matita sogni su fogli sparsi; passata dal terrificante liceo scientifico torinese alla confusione ricca e inconcludente dell’università di lingue milanese, per poi scegliere il lavoro di restauratrice di affreschi e con esso un ulteriore vagabondare tra Venezia, Genova, Trieste e molti altri splendidi luoghi fra i quali, infine, Palermo. Finalmente a casa.

L’urgenza creativa l’invade e il restauro viene felicemente abbandonato per mettere al mondo due piccoli e riprendere in mano quei fogli sparsi pieni di sogni lasciati sui prati d’infanzia. Attraverso i suoi lavori morbidi, puliti e stracolmi di piccoli particolari si intuisce subito il silenzioso meravigliarsi e l’eterna fanciullezza di Nina.

Inquieta e metamorfica da sempre la si può sempre riconoscere tramite poche peculiari caratteristiche: la svagatezza, l’ossessione per il verde e gli angoli retti, il lungo contemplare cose minuscole e la statura irrisoria.

ninamelan@ideestortepaper.com