É nata la collana Paper: i libri illustrati di Ideestortepaper!

Quando ci sono delle nascite bisogna festeggiare. E tutta Ideestortepaper è in fibrillazione da qualche giorno per i nuovi arrivati: sono i libri illustrati della nuova collana Paper!

Non potevamo non aprire questo nuovo progetto editoriale, con una delle storie di maggior successo dei librerni e con un nuovissimo racconto che parla di Palermo per mezzo di un suo personaggio molto amato.

E allora, proprio come genitori emozionati e desiderosi di farveli conoscere, vi presentiamo i nuovi nati in casa Ideestortepaper:

Il gatto con gli stivali della Vucciria“, il libro illustrato con la storia scritta da Eliana Messineo e le illustrazioni colorate, conturbanti, affascinanti di Rosa Lombardo

Rosalia picciridda“, il libro illustrato con una nuova storia che ripercorre l’infanzia fantastica di quella che diventerà poi la santuzza dei palermitani, scritta da Laura Lombardo e illustrata minuziosamente, come nel suo stile, e con innata poesia ed eleganza da Nina Melan.

Due opere diversissime, sia nello stile della scrittura, sia nello stile delle illustrazioni. Ma è questo il bello della diversità e di Ideestortepaper!

Librerni e adesso anche libri illustrati per tutti i gusti!

E come un buon gelato, vi consigliamo di provarli tutti prima di stabilire qual è il vostro gusto preferito!

Trovate gli illustrati della collana Paper on line nella sezione Catalogo o in vendita presso la Caffetteria Freschette di Palazzo Riso.

Non perdete l’occasione di incontrare il gatto e Rosalia (insieme a tutti gli storti e i loro librerni) questo sabato 21 e domenica 22 aprile: dalle 10 alle 24 saremo presenti con un nostro stand espositivo a La Via dei librai.

Ci troverete proprio di fronte Palazzo Riso, a rimirare Carlo V, piazza Bologni e il passìo del Cassaro Alto, tra un tripudio di colori e odori che solo la nostra Palermo può regalarci. Vi aspettiamo!

Un nuovo racconto della collana Mare: “La balena” di S. Calvario, illustrato da Rosa Lombardo

Ci sono cose che inaspettatamente ti avvicinano alle altre persone. Come su un’onda, in sospensione; come nel salto di una balena che affiora dal mare per qualche istante, per poi ritornarvi e sparire per sempre.

Ne “Il libro degli esseri immaginari”, J.L. Borges dedica alla balena un paragrafetto, citando un “bestiario anglosassone”. La Fastitocalòn, così la chiama

“ha l’aspetto di una pietra rugosa ed è come ricoperta di sabbia; i marinai che la vedono la scambiano per un’isola. Ormeggiano i loro vascelli dall’alta prua alla falsa terra e sbarcano senza temere alcun pericolo. Preparano il bivacco, accendono il fuoco e si addormentano, sfiniti. La traditrice si immerge allora nell’ocean; cerca il suo abisso e lascia che il vascello e gli uomini anneghino nella sala della morte”.

“La balena”, di Sara Calvario, è un racconto di incontri, di amori, di un mare che è lontano, di vita che ti sorprende e di cose sospese che fino alla fine non riesci a capire sino in fondo.

Con le illustrazioni di Rosa Lombardo, regina dei mari e dei blu, il nuovo racconto Ideestortepaper della collana Mare, in uscita questo mese e disponibile nel nostro catalogo on line.

Il brano di Borges è tratto da J.L. Borges, “Il libro degli esseri immaginari”, Edizioni Theoria, 1989, Roma-Napoli

 

 

Buona Pasqua di dolcezze con una storia dei Mostrellini!

Vi auguriamo buona Pasqua con una storia di dolcezze di Ideestortepaper. I protagonisti non potevano che essere i Mostrellini, creature fantastiche, nate dai pennelli di Rosa Lombardo, le cui storie sono state immaginate da Eliana Messineo. Siete pronti a scoprire perchè i Mostrellini amino tanti i dolci?

“I mostrellini si nutrono solo di dolci. Lo zucchero è fondamentale nella loro alimentazione, perché è con i dolci che riescono a mantenere lucenti e sfavillanti i loro colori. Gianpappone, tutto giallo e un po’ cicciottello,  vorrebbe  volare alto, alto, sino a raggiungere le nuvole di zucchero filato, per poterle mangiare. Infatti Gianpappone, come tutti i mostrellini, è un golosone e mangia tantissimi dolci. Un po’ troppi forse…perché non riesce a sollevarsi da terra per più di 10 cm! Infatti,

Gianpappone, poverino, è sempre a dieta. Anche perché il suo sogno più grande, sai qual è? Fare il trapezista al circo! Si, quello che si lancia per aria e fa un sacco di salti e acrobazie. Per questa ragione, Gianpappone va a scuola di circo e per dimagrire si allena ogni giorno con Pelosetto, che lo porta a correre sulla spiaggia del mar degli zuccheri. Ma Gianpappone, anche quando corre, pensa sempre ai cornetti alla crema e ai bignè al cioccolato. Anzi, più corre, più ha fame. Tutti i mostrellini, però, sono sicuri che diventerà un bravissimo trapezista, perché tutti possono realizzare i propri sogni, anche quelli un po’ cicciottelli”.

Storie tratte da “I mostrellini di Rosa” e i “Mostricensi”. Li trovate nella sezione catalogo di questo sito.