Una Marina di libri e di Ideestorte: il foto racconto!

La prima partecipazione a Una Marina di libri non si scorda mai! Ed è proprio così: sono stati quattro giorni pienissimi di incontri, libri, conoscenze e aperture su collaborazioni future per Ideestortepaper.

Abbiamo avuto modo di presentare a un pubblico vasto, ma anche molto attento e selettivo, di lettori e addetti ai lavori, i nostri progetti editoriali: libri illustrati e librerni.

Un reading serale sotto un ficus maestoso e una mattina colorata e allegra, insieme a bambini e famiglie: non potevamo aspettarci e volere di meglio per le nostre storie illustrate su carta!

Tanti anche i nuovi prodotti associati alle pubblicazioni: cartoline, bag e stampe tratte dalle illustrazioni dei nostri libri.

Li ritroverete presto nelle librerie che ospitano già le nostre pubblicazioni e nelle nuove che, anche in giro in altre parti d’Italia, li accoglieranno presto.

É davvero difficile (se non impossibile) sintetizzare in parole tutto quello che abbiamo vissuto all’orto botanico lo scorso fine settimana.

In questo caso, la brevità del racconto (di cui siamo maestri!) è proprio ostica! Le immagini, invece, parlano meglio. E allora vi invitiamo a ripercorrere questa nostra Una Marina di libri 2018 attraverso la gallery fotografica che potrete trovare sulle nostre pagine fb e instagram.

Ritrovatevi anche voi nelle nostre foto e taggatevi!

Ci vediamo fra un anno a Una Marina di Libri 2019!

Un saluto pieno di affetto e riconoscenza dai vostri storti!

“Il gatto con gli stivali della Vucciria”: scopri il nuovo illustrato della collana Paper!

C’era una volta, in Piazzetta del Garraffo, la putìa dello
zio Vicè. Chiunque passasse da lì, dal mattino sino a
sera, lo poteva vedere con i suoi strumenti del mestiere: un
grembiule, un lunghissimo mestolo di legno e un pentolone
fumante. Un mago? Uno stregone? Niente di tutto ciò.

La prima illustrazione de “Il gatto con gli stivali della Vucciria”, il primo nato della collana Paper (libri illustrati) di Ideestortepaper, svela gìà qual è la vera occupazione quotidiana del malinconico zio Vicè: cucinare panelle dalla mattina alla sera, nella sua piccola putìa di Piazzetta del Garraffo!

Ma chi lo fa disperare, non è la fatica del suo umile ma onesto lavoro, che dà da mangiare a lui e a tutti i palermitani golosi di frittura. É quello scansafatiche di suo figlio Tanino!

Per fortuna, però, oltre al Genio che lo ascolta e gli dà consigli, nella putìa c’è anche un gatto, astuto e pronto a prendere in mano la situazione quando le cose si mettono male…

Era possibile riscrivere la famosa favola del Gatto con gli stivali di Perrault e ambientarla a Palermo, in Vucciria?

Certo che si, se a farlo sono due autrici di Ideestortepaper!

Nel racconto, ironico, malinconico e pieno di personaggi e situazioni esilaranti, scritto da Eliana Messineo, c’è tutta la ricchezza di Palermo, dei suoi mercati e della Vucciria.

Le illustrazioni colorate e fantastiche di Rosa Lombardo lo arricchiscono ancor più e lo traducono perfettamente, in immagini che sono già cult!

E proprio come una bancarella colorata, piena di merce buona e da assaporare con gusto, Il gatto con gli stivali della Vucciria è un libro illustrato, da leggere e rileggere, sfogliare e raccontare, ad adulti e bambini!

Perchè potete stare tranquilli, che se qualcosa va storto, basta aver fiducia, aguzzare l’ingegno e tutto si risolve! Parola del gatto e anche del Genio, che dice sempre: “Vicé, un ti scantari ca tutti cosi s’aggiustano!”
“Il gatto con gli stivali della Vucciria” di Eliana Messineo, con le illustrazioni di Rosa Lombardo è disponibile sul nostro catalogo o presso la caffetteria Freschette di Palazzo Riso, in Corso Vittorio Emanuele a Palermo.

“Rosalia picciridda”: scopri il nuovo illustrato della collana Paper!

‘Sugnu Rosalia, sugnu fatta di rose e di gigli, sugnu un ciuri
senza spine’.
Così diceva Rosalia ogni volta che le chiedevano chi fosse,
che cosa facesse.
Era piccola di statura, i capelli biondi come fossero di seta,
morbidi e lisci. Ne aveva tanti e le facevano sembrare il viso
piccolo, gli occhi che sembravano due barchette, due punti
neri in mezzo ad un mare rosa.

E così inizia “Rosalia picciridda”, la storia di una bambina, bionda, gentile, innamorata di Palermo, come Palermo e i palermitani lo saranno di lei, molto tempo dopo, quando per tutti diventerà la “santuzza”.

Ma qui, ancora, si racconta di una infanzia felice, tra vicoli e strade di città, su tetti che aprono agli occhi i panorami più belli, su cieli azzurri e cupole giganti e colorate, di storie passate e presenti che Palermo ha accumulato e messo su, strato su strato.

Non è ancora la santuzza ma lo diventerà, e per farlo dovrà provare gioia e dolore insieme. Rosalia conserva un segreto. Lo scoprirete lasciandovi catturare da questa storia scritta da Laura Lombardo e resa ancor più bella dalle illustrazioni di Nina Melan.

É un racconto corale, come le storie della nostra Palermo, fatta di gente dai volti e dai colori diversi, dal caos dei mercati e dalla calma placida del suo mare.

Delicatezza, poesia, dettagli che diventano un corpo unico e collettivo.

Il nuovo nato in casa Ideestortepaper è un gioiello di cose semplici e ricche allo stesso tempo: di quella umanità che traspare da ogni parola e da ogni pagina e illustrazione di Rosalia picciridda.

Lo trovate nella sezione catalogo di questo sito o presso la Caffetteria Freschette di Palazzo Riso in Corso Vittorio Emanuele a Palermo.