SETTE FATE DI BALLARÒ DI GIOACCHINO LONOBILE ILLUSTRATO DA NINA MELA

7.00

Libro quaderno per lettori pigri. Le storie vengono raccontate nella seconda e terza di copertina. Per un numero massimo di 5200 caratteri. La copertina è stampata su carta acquerello da 300 gr. Il quaderno è composto da 48 pagine di carta usomano color avorio. Il segnalibro è allegato al quaderno insieme alla cartolina.

Descrizione

Totuccio camminava con i piedi divaricati a segnare le dieci e dieci, per questo lo chiamavano Pìeriduci. In quel modo percorreva via Casa Professa verso piazza Ballarò. «Pìedidu’ te lo bevi un bicchiere di birra?» chiese il Generale. Totuccio fece ruotare l’indice a intender dopo, con un cenno del capo salutò quanti stazionavano davanti il bar Messina e risalì via Scapparelli.